Stai pensando di avviare un’attività da casa e vuoi capire se ci sono reali possibilità per farlo? Oppure vuoi lasciare il lavoro perché sei stanco di fare il dipendente per qualcun altro e sogni di metterti in proprio?

Probabilmente hai la possibilità di trascorrere la gran parte della tua giornata a casa. Vuoi perché sei giovane o perché fai la mamma a tempo pieno. Ci sono tante motivazioni che ti spingono a cercare un lavoro da casa serio e che paghi bene. 

In questo post cerchiamo di capire insieme quanto è davvero realizzabile lavorare da casa grazie al supporto di una connessione Internet. Come trovare l’idea giusta per un’attività seria da fare a casa e se sia possibile guadagnare cifre interessanti

Diciamoci la verità, sempre più spesso le persone provano a inventarsi di tutto pur di guadagnare qualcosa in più. Sarà perché gli stipendi si fanno sempre più bassi o perché i lavori di oggi non assicurano le soddisfazioni che tutti noi cerchiamo. 

Per questo, lavorare da casa è diventata una soluzione piuttosto ricercata per arrotondare lo stipendio, ridurre le spese ed essere più soddisfatti e realizzati. Ma lavorare da casa può diventare un’unica fonte di guadagno? Il lavoro da casa può davvero sistemare ciò che non funziona nella tua vita? Scoprilo nel nostro post!

Che cosa significa (davvero) lavorare da casa

Esistono tante definizioni che racchiudono il senso del lavorare da casa.

Da diversi anni si fa uso di espressioni come telelavoro, remote working, lavoro a distanza, lavoro flessibile e smart working.

Prima di tutto, è bene distinguere il lavoro da casa fatto come dipendente o come lavoratore autonomo. Detto che il lavoro da casa a cui ci riferiamo noi è quello svolto da un libero professionista (o un autonomo), il suo significato racchiude già una importante variante a seconda che l’attività sia svolta per una azienda o per se stessi.

Le origini del lavoro da casa

In origine, il lavoro da casa era inquadrato in base a un accordo secondo cui i dipendenti (o chi svolgeva la mansione) non erano costretti a spostarsi o viaggiare (in autobus, auto o bicicletta) per recarsi verso un luogo di lavoro. Come uno stabilimento di produzione, un ufficio, un magazzino o un negozio. 

L’evoluzione del concetto di lavoro da casa è andato di pari passo con lo sviluppo di tecnologie di comunicazione sempre più avanzate. Quello che viene chiamato telelavoro è diventato famoso negli anni ’70 per descrivere attività legate alle telecomunicazioni e alle relative tecnologie per l’informazione dei viaggi. 

Oggi chi lavora da casa utilizza prima di tutto una tecnologia di comunicazione che si basa sulla condivisione di reti tra computer come internet. Smartphone, PC, laptop o tablet dotati di Wi-Fi per lavorare da casa o in locali come bar, caffetterie, coworking.

Cos’è il Coworking?
Il coworking è uno stile lavorativo che coinvolge la condivisione di un ambiente di lavoro, spesso un ufficio, mantenendo un’attività indipendente. A differenza del tipico ambiente d’ufficio, coloro che fanno coworking non sono in genere impiegati nella stessa organizzazione.

In genere, chi lavora da casa utilizza un computer desktop e un telefono fisso collegato a una linea. Secondo un sondaggio Reuters, “nel 2012 circa un lavoratore su cinque in tutto il mondo lavora da casa (in particolare in Medio Oriente, America Latina e Asia) e quasi il 10% lavora da casa ogni giorno”. 

A partire dal 1990, il telelavoro è diventato sempre più oggetto di attenzione. È iniziato a circolare il motto “il lavoro è qualcosa che fai, non qualcosa verso cui viaggi” oppure “Il lavoro è ciò che facciamo, non dove siamo“. È così che il telelavoro è stato gradualmente adottato da una serie di aziende, governi e organizzazioni no profit. 

Il principale motivo che spinse società e aziende ad abbracciare lentamente il telelavoro era la possibilità di abbattere i costi di produzione. I dipendenti in telelavoro non hanno bisogno di un ufficio o una postazione che deve essere allestita, affittata o acquistata. E alla quale si associano costi aggiuntivi come illuminazione, energia elettrica, manutenzione, climatizzazione, ecc. 

Dal Telelavoro al Remote Working allo Smart Working

Recentemente si sono diffusi nuovi tipi di lavori da casa che permettono maggiore flessibilità a fronte di guadagni più che dignitosi da integrare a uno stipendio. Nella maggior parte dei casi però non si può parlare di lavoro da casa full-time.

Le nuove tipologie di lavoro da casa rappresentano oggi una fonte di denaro che per molte persone può risultare estremamente preziosa. Grazie all’avanzamento tecnologico e digitale, esistono moltissimi liberi professionisti, freelancer e lavoratori autonomi che, senza aver bisogno di un ufficio, riescono a produrre beni e servizi organizzando il proprio lavoro da casa.

Mentre il telelavoro prevede di svolgere un’attività lontano dall’azienda ma ad orari stabiliti dal contratto (e talvolta con strumenti esclusivamente consentiti dalla società), si fa strada il “Remote Working”: l’orario di lavoro non è più definito (se non entro i soli limiti di durata massima giornaliera e settimanale, derivanti contratto collettivo nazionale). 

Data la maggior autonomia organizzativa del dipendente, il remote working richiede ampia fiducia e flessibilità reciproca tra organizzazione e collaboratore. Una caratteristica che in Italia ancora fatica ad attecchire (ed è per questo che, sentendosi oppressi e vincolati, molti dipendenti abbandonano il proprio posto fisso).

Cos’è invece lo Smart Working? È una parola diventata ricorrente nel nostro linguaggio quotidiano in seguito alle misure adottate dai governi e dalle aziende per contrastare la diffusione del COVID-19. Secondo la linguista Licia Corbolante, con smart working si identifica l’opzione di lavorare da casa ricorrendo a strumenti informatici. 

In realtà, la parola non deriva esattamente dall’inglese. Nella lingua inglese, la scelta di lavorare da casa si definisce semplicemente working from home, da cui l’acronimo WFH (oppure remote working o anche telecommuting) 

Nella lingua inglese, la parola smart working ha un altro significato. Indica una modalità di lavoro flessibile con processi migliorati e ricorso a tecnologie e strumenti che rendono il lavoro più funzionale perché agiscono in modo “intelligente” (Smart). 

Quando senti in tv o da un amico, parlare di smart working, pensaci meglio, potrebbe non sapere di cosa si tratta. Aziende, politica e media italiani usano impropriamente l’anglicismo smart working come sinonimo di quello che la legislazione italiana identifica come lavoro agile.

Che cosa intendiamo per Lavoro Serio da casa?

Ok, forse abbiamo un po’ esagerato raccontandoti la cronistoria del lavoro da casa. Siamo convinti che sia un’introduzione necessaria per parlarti meglio del lavoro da casa. 

Prima di tutto, ci teniamo a precisare che lavorare da casa grazie a un’attività seria e remunerata, è possibile ma non è per tutti. Quante volte ti sarà capitato di imbatterti nel galletto di turno che prende e dice: “che sarà mai! Basta una connessione internet e faccio 80.000€ in un mese!”?

Ma non funziona così. Lavorare da casa è una cosa seria. È possibile, ma resta pur sempre una cosa seria e da non sottovalutare. Nessuno a questo mondo, di punto in bianco, si mette a guadagnare 80.000€ solo perché ha iniziato a lavorare da casa. Questo è impossibile.

Proprio perché il lavoro fatto da casa è una cosa seria, necessita competenze da sviluppare e un approccio imprenditoriale ben strutturato e organizzato. Potrai decidere di delegare alcune attività, altre dovrai essere in grado di portarle avanti in autonomia. 

Per alcuni lavori da casa, competenza e mentalità aperta non saranno sufficienti. Potresti aver bisogno del profetico colpo di fortuna. Ma questo è un altro discorso e non deve demoralizzarti.

Che cosa significa esattamente fare un Lavoro Serio da casa?

Partiamo dalle basi. 

Quando si parla di lavoro, intendiamo un qualsiasi servizio (prestazione) che io faccio per te in cambio di un compenso o di denaro. 

Mi paghi perché ti sto dando informazioni preziose per te, ti sto aiutando a risolvere un problema o sto facendo qualcosa che è importante affinché i tuoi desideri si realizzino.

È questo scambio di servizi in cambio di un compenso che può definire “serio” un lavoro da casa. Serio è, infatti, quel processo per cui a un determinato bisogno, ti offro la soluzione. Dopo aver valutato se ciò che ti propongo è quello che fa al caso tuo, ti faccio pagare una cifra equa per avere il prodotto (o il servizio) che hai deciso di acquistare.

La serietà sta proprio nel fatto che, nonostante le prestazioni si realizzino da remoto nella propria abitazione, è garantito un giusto scambio di denaro per servizi o prodotti. Tutto ciò si svolge da casa grazie allo sviluppo di nuove tecnologie, reti di comunicazione e sistemi che permettono la compravendita online.

Un lavoro da casa serio non concepisce pratiche di raggiro, messaggi ingannevoli o subdoli, attività al limite della legalità. Un lavoro fatto da casa in maniera affidabile e responsabile produce un’attività remunerativa solida e duratura nel tempo.

Come puoi capire, quando parliamo di lavorare da casa stiamo scartando tutte le opzioni che riguardano il lavoro subordinato. Non possiamo fare niente per la tua carriera da dipendente in azienda. Spetta alla tua società capire se può garantirti un inquadramento in Remote Working o, ancora meglio, in Smart Working.

Quello che noi possiamo spiegarti – e insegnarti – è come lavorare da casa con un progetto che ti faccia guadagnare dei soldi. Da professionista autonomo. Da imprenditore. Senza vincoli esterni e dove sei tu l’unico capo di te stesso.

Cosa NON ti insegneremo:

  1. Fare soldi facili
  2. Costruire un impero finanziario con un lavoro da casa dall’oggi al domani
  3. Non abbiamo nessuna formula magica da rivelare, ma solo test e risultati. 

Perché il lavoro da casa è quello che tutti sognano?

Sogni di lavorare da casa? 

Qual è il motivo che ti spinge a desiderare così ardentemente un’occupazione o un business online serio che possa permettere di mantenere te e la tua famiglia?

Forse è perché ne senti parlare più spesso? Ti starai facendo condizionare da ciò che dicono le persone?

Sempre più spesso si sente parlare di ghiotte opportunità di lavoro online da casa. Esperienze positive che si sono diffuse a macchia d’olio in tutto il mondo. Un tempo poteva sembrare un qualcosa di impossibile anche solo da immaginare. Ma come abbiamo visto, oggi ci sono tanti modi per poter lavorare da casa.

1. Scegliere di lavorare da casa per un’azienda prestigiosa

E le aziende stanno adottato sempre più questo tipo di assetto lavorativo. In effetti, la reputazione aziendale e il modo in cui una società decide di organizzare il rapporto con i propri dipendenti è un fattore decisivo per chi sceglie di lavorare da casa.

Secondo uno studio condotto da Kelly Services, circa il 55% delle persone in cerca di lavoro valutano innanzitutto il modo in cui un’azienda tratta i propri dipendenti. In Italia, il 60% del campione intervistato ha dichiarato che è importante il fatto che un’azienda si dimostri solida e che vi siano concrete opportunità di carriera (il 51%). 

Quindi è vero che un lavoratore sceglie un’azienda in base al suo prestigio e alla sua reputazione, ma questo non è un fattore decisionale sufficiente per puntare a lavorare da casa.

2. Lavorare da casa per essere più felici

In realtà il lavoro nel proprio domicilio (o nel luogo in cui si sta vivendo) è il sogno di molto persone per una serie di motivazioni molto semplici: affrancarsi da legami decisionali superiori, poter decidere in autonomia tempi e orari di lavoro e concedere più flessibilità alla propria vita.

Ad esempio, lavorare da casa consente di risparmiare sui costi relativi allo spostamento. Sia in termini economici che di tempo. Non è difficile spiegare che rimanendo a casa, non c’è più bisogno di prendere e usare l’auto. Risparmiando su carburante, assicurazione e spese di manutenzione. 

Che dire dei pendolari che spesso spendono fino a 3 ore al giorno per recarsi in ufficio? Dato che chi fa questa routine di lavoro è costretto a stare su un bus o su un treno per un periodo di tempo più o meno lungo, questo è un costo in termini di tempo, 

Questo è senza dubbio un motivo molto più concreto per chi desidera lavorare da casa. Ma noi siamo convinti che la reale causa che spinge una persona a sognare e voler realizzare un lavoro serio da casa sia quella di trovare il giusto equilibrio tra vita professionale e privata.

Scoprire un equilibrio tra lavoro e vita è la maggiore soddisfazione che scaturisce dalla flessibilità di lavorare da casa.

Poter vivere il giusto equilibrio psico-fisico tra attività lavorativa e ciò che ci piace fare è l’ambizione di tutti. In realtà molti posti di lavoro moderni già offrono questa opportunità. Avere la capacità di gestire il tempo, senza incorrere in un lungo viaggio è la maggiore soddisfazione dei lavoratori a domicilio.

3. Lavorare da casa per inquinare meno

Alcune organizzazioni adottano il telelavoro o il remote working o lo smart working, non solo per migliorare la qualità della vita dei lavoratori. Ma anche per adottare buone pratiche di sostenibilità e risparmio energetico. 

Alcune organizzazioni adottano il telelavoro o il remote working per ragioni strettamente ambientali. Il lavoro da casa riduce il tempo di pendolarismo e i momenti da trascorrere in mezzo al traffico cittadino o su un mezzo di trasporto per raggiungere l’azienda. È senza dubbio un grosso apporto mancato all’inquinamento atmosferico e alla produzione di polveri sottili in atmosfera.

Lavorare da casa: il “miraggio” dei soldi facili

Anche noi, quando abbiamo iniziato a lavorare online, abbiamo dovuto farci largo attraverso migliaia di articoli, siti web e pagine Facebook piene di promesse su soldi facili. Ma non c’è voluto molto tempo per capire che la maggior parte di quello che stavamo leggendo non ci avrebbe portato da nessuna parte.

La maggior parte delle informazioni che prendevamo dal web avevano tutte lo stesso problema: erano vaghe e confusionarie. Nessuna di queste riusciva a spiegare in maniera schietta e precisa i reali vantaggi (e svantaggi) di lavorare da casa online per un’attività seria. Anzi, molti di questi articoli, riconducevano spesso a pratiche poco chiare, sistemi di vendita o di affiliazione senza un minimo di garanzia.

Per provare a capire meglio, abbiamo persino testato qualche metodo. E stavamo per mollare: eravamo quasi certi che non esiste nessun modo per lavorare da casa e guadagnare soldi seriamente con un pc e una rete internet.

In realtà, lavorare da casa con l’online è possibile. TYIE ne è la dimostrazione. Dopo una marea di prove, test, analisi, abbiamo strutturato un NOSTRO metodo, ma è stato tutto fuorché una passeggiata.

Il punto di svolta è stato quando abbiamo capito che l’unico modo per indirizzare il nostro cammino verso il successo, era non farsi fregare da false promesse e guadagni facili. Ci siamo concentrati unicamente su attività concrete. Solo sistemi di lavoro reale che portano a guadagni reali.

E per nostra esperienza, ti diamo subito un consiglio: se hai intenzione di comprare la tua nuova macchina, aspetta almeno di capire (o fai un calcolo di) quanto andrai a guadagnare con il tuo lavoro da casa. Ti eviterà di rimanere deluso.

Idee per lavorare da casa con internet

Ci sono tante cose che puoi fare lavorando da casa con il supporto di una connessione online. Molti freelance lavorano dal proprio domicilio, offrendo i propri servizi ad aziende e professionisti. Parliamo di grafici, scrittori, esperti di marketing digitale, assistenti virtuali. Ormai queste sono le occupazioni più comuni per chi lavora da casa.

Ma noi ci dedichiamo a tutti quelli che vorrebbero iniziare a lavorare da casa e guadagnare con Amazon. In genere sono ragazzi e ragazze che hanno percepito l’opportunità di fare soldi con l’e-commerce più famoso al mondo e vogliono approfondire l’argomento.

Hai mai pensato di scrivere un libro tutto tuo? Magari un romanzo o una storia d’amore? Sai che oggi è possibile scrivere e pubblicare un libro in Self Publishing? In questo articolo abbiamo spiegato per filo e per segno di che si tratta. 

1. Lavorare da casa con il Self-publishing

Certo, magari non ti senti pronto al punto tale da immergerti nella scrittura. Non ti reputi un bravo scrittore e non sapresti da dove iniziare. E se ti dicessimo che questo non è importante per veder pubblicato il tuo libro? Che potresti comunque pubblicare un e-book, un libro cartaceo o addirittura un audiobook grazie al Self-publishing? 

2. Lavorare da casa scrivendo articoli

Ok, forse scrivere un libro non è la tua massima aspirazione. Però a scuola te la sei sempre cavata bene con i testi e tutto sommato, se ti impegni, un articolo web lo sai scrivere. 

Magari con un po’ di approfondimento e applicazione, potresti guadagnare qualche soldo scrivendo per blog, siti web o portali di informazione. Sai che questa attività da casa è molto gettonata tra le mamme casalinghe o le donne che hanno dato nuova linfa alla propria vita?

3. Monetizzare da casa con un blog

Altra idea molto gettonata tra chi decide di creare un business online da casa. Aprire un blog di nicchia e costruirci sopra una rendita. Questa non è una chimera, ci sono centinaia di ragazze e ragazzi che già lo fanno. Ricette di cucina, viaggi, fitness, fashion e moda. Ogni giorno nasce un nuovo blog nei settori più disparati.

Scegliere una particolare passione, parlare a un determinato target e condividere con loro informazioni, consigli, opinioni e pareri. Insomma, fare il blogger potrebbe essere un modo più che valido per lavorare da casa e fare soldi.

4. L’Affiliate Marketing come lavoro da casa

Un altro metodo molto comune al giorno d’oggi per guadagnare da casa con un PC e una connessione internet è quello dell’Affiliate Marketing. 

Di che si tratta? Il Marketing di affiliazione è un sistema che prevede il pagamento di una commissione da parte di un’azienda che sceglie di promuovere i suoi prodotti/servizi tramite i canali dell’affiliato sulla base dei risultati generati dall’esposizione verso la sua audience.

In parole povere, un’azienda paga una commissione sull’acquisto generato dal canale web di proprietà dell’affiliato. Che può essere un Influencer, un Blogger, uno YouTuber, un Marketer, ecc.

Ad esempio, puoi guadagnare dal tuo profilo Instagram ogni volta che qualcuno fa un acquisto cliccando su un link di affiliazione che hai inserito nella descrizione di una tua foto.

Senza dubbio, tra quelli appena visti, questo è un modo per lavorare da casa tra i più complessi e impegnativi dal punto di vista delle conoscenze tecniche e strategiche. Anche se, in alcuni casi, può generare dei ricavi molto interessanti.

Lavorare da casa online

Gli sviluppi tecnologici per lavorare da casa

Le radici del telelavoro si trovano nella tecnologia dei primi anni ’70 che collegava gli uffici alle abitazioni dei dipendenti tramite terminali “stupidi” provvisti di linee telefoniche. 

La continua ed esponenziale diminuzione dei costi insieme all’aumento delle prestazioni e dell’usabilità dei personal computer, ha spalancato la porta (è proprio il caso di dirlo, quella di casa) al lavoro dal proprio domicilio. 

Man mano che le connessioni Internet a banda larga sono diventate più comuni, sempre più lavoratori hanno avuto accesso a una larghezza di banda adeguata anche in casa.

L’adozione di reti locali e reti private ha promosso la condivisione di risorse e dati con una decentralizzazione ancora maggiore. Oggi, chi lavora da casa può affidarsi a laptop da utilizzare sia in ufficio che in qualsiasi altro luogo lontano dall’azienda. 

L’aumento della tecnologia di cloud computing e la disponibilità di reti Wi-Fi hanno consentito l’accesso a server remoti grazie a una combinazione di hardware e software portatili. 

Ma non solo. Oggi lavorare da casa online è diventato estremamente facile. 

Con il miglioramento della tecnologia e la crescente popolarità, gli smartphone stanno diventando ampiamente utilizzati per lavorare da casa online o da remoto. Questi nuovi dispositivi aumentano la mobilità del lavoratore e il coordinamento con collaboratori, soci e responsabili.

Lavorare da Casa online: che cosa ti occorre?

Se l’idea di lavorare da casa ti affascina, tutto quello che ti occorre sono principalmente due cose: 

  1. un personal computer (desktop o notebook che sia)
  2. una connessione internet

Oggi puoi trovare (o creare) un lavoro online e svolgerlo ovunque ti trovi da remoto, grazie alle opportunità offerte dalla tecnologia.

Pensa a tutti quei professionisti freelance, ma anche agli impiegati d’ufficio, che optano per il telelavoro (o remote working o smart working). 

Con il tuo computer sulle gambe, la motivazione alle stelle e un pizzico di talento, lavorare da casa per guadagnare dei soldi non è un’idea impossibile da realizzare nel 2020.

La postazione ideale per lavorare a casa

Ok, fin qui sembra abbastanza facile. Ti abbiamo appena detto che per iniziare a lavorare da casa ti servono solo un PC e una connessione internet. Niente di più facile. Allora ecco subito un altro consiglio per te.

Per lavorare da casa in maniera più comoda, dovresti avere una tua postazione di lavoro. Consigliamo a tutti di ritagliarsi in casa un luogo dove è possibile concentrarsi. Sviluppare idee, contatti e svolgere attività di lavoro senza distrazioni.

D’altronde ogni collaboratore o lavoratore in ufficio ha la sua postazione. Perché mai anche tu non dovresti averne una? E non è solo questione di possedere uno spazio proprio. Lavorare in postazione permette di agevolare le attività e lavorare in maniera distesa.

Di fatto, si tratta di recuperare o adibire all’interno della tua abitazione una zona – ancor meglio una stanza – dove poter creare un mini ufficio composto da:

  • una scrivania
  • una sedia comoda (possibilmente ergonomica)
  • un computer portatile (ed eventualmente un monitor esterno/secondario a seconda delle esigenze)
  • un mouse, una tastiera, delle cuffie con microfono, una webcam per eventuali videoconferenze

Abbastanza facile, no?

Quanto costa una postazione di lavoro domestica economica?

Se non hai già a casa gli strumenti e i componenti che ti abbiamo elencato qui sopra, dovresti valutare di acquistarli per comporre la tua postazione di lavoro da casa. Con uno sguardo veloce su Amazon, ti rendi immediatamente conto di poter trovare lì tutto ciò che ti serve.

Quello che sentiamo di consigliarti è di non indirizzarti immediatamente sui prodotti top di gamma. Per iniziare a lavorare da casa, ti saranno sufficienti prodotti mediamente economici che ti permetteranno di arrivare al risultato in maniera efficace.

È inutile partire subito spendendo grosse cifre per l’allestimento. Con il tempo, e in base allo sviluppo della tua nuova attività da casa, potrai decidere di ampliare, aggiornare e migliorare la tua componentistica. Non avere fretta di investire per la tua postazione. Fai le giuste valutazioni su ciò che ti occorre necessariamente.

Ad esempio, se sai già che non dovrai stampare tanti documenti e che, al massimo, ti occorreranno poche stampe nell’arco di un mese, non perdere tempo ad acquistare una stampante. Puoi sempre rivolgerti alla cartoleria o a un negozio sotto casa. 

Viceversa, se sai già che ciò che ti occorre in maniera imprescindibile è una stampante affidabile, allora è il caso di valutare una buona macchina. Che non ti abbandoni nel momento del bisogno.

Quello su cui crediamo tu non debba fare economia, è un buon PC. Cambiare PC non è una cosa che si fa tutti i giorni. E più potente e solido è il tuo acquisto, maggiori garanzie ti darà per il tuo lavoro da casa. Se già non lo possiedi, prendine uno che ti permetta di sfruttare al massimo le sue performance. 

Se ti occupi di grafica o metti spesso sotto stress la memoria del PC, ti consigliamo di selezionarne uno che garantisce alte prestazioni. Se il tuo unico scopo è quello di navigare sul web, scrivere e gestire fogli Excel, tutto sommato non hai bisogno del top di gamma. Dipende sempre da quale lavoro vorrai fare da casa!

Acquistando un computer portatile (laptop) ti garantisci mobilità e flessibilità. Puoi spostarti con lui dentro casa. E se hai possibilità di connessione internet all’esterno, puoi lavorare anche in balcone o fuori casa.

Ormai esistono strumenti come “saponette” Wi-Fi, connessioni Hotspot da smartphone, che ti permettono di lavorare anche quando sei lontano da casa. Magari al mare o in montagna o durante una giornata in cui puoi dividerti tra lavoro e divertimento.

Lavorare da Casa: ci sono degli svantaggi ma li puoi superare

In questo articolo ti abbiamo fornito le principali informazioni e i nostri migliori consigli su come approcciare il lavoro da casa per la prima volta. 

Demistificare il lavoro da casa online

È nostra intenzione demistificare un argomento spesso strapazzato. E accostato più a pratiche poco chiare che a una attività reale e 100% legale.

Purtroppo, il web è popolato anche da personaggi che – con le cattive informazioni che promuovono – danneggiano la reputazione non solo di chi lavora nel settore digitale, ma di tutto l’ambiente del web che è invece un “luogo virtuale” dove sempre più spesso nascono storie di successo. E dove è possibile fare un guadagno REALE (più o meno grande).

Ok, non è tutto oro quello che luccica, ma prima di dare giudizi netti e affrettati sull’impossibilità di fare soldi lavorando da casa, è sempre bene provare di persona, non credi?

Gli svantaggi del lavoro da casa

Senz’altro, devi tenere bene a mente che lavorare da casa ha anche qualche svantaggio. Non lo nascondiamo. Per nostra esperienza – e per quello che ci raccontano i ragazzi dei nostri corsi – ci sono persone che si trovano ad affrontare dei disagi. Questi variano soprattutto in base al carattere della persona.

Per esempio, se sei una persona molto espansiva, che ha bisogno di essere circondato da altre persone e relazionarsi con loro per portare avanti un progetto, lavorare da casa in autonomia forse non è ciò che fa per te.

Trascorrere molte ore da solo nella tua postazione, alla lunga potrebbe sviluppare in te un senso di solitudine. La bassa interazione umana e la mancanza di un confronto immediato con colleghi e collaboratori è un fattore da considerare.

Così come la mancanza di distinzione tra ambiente di lavoro e ambiente domestico, potrebbe provocare una sorta di incertezza o mancanza di stimoli.

Considera che non ci sono “ferie” o “pause di lavoro”. Sei tu a gestire il tuo tempo, la tua settimana e il tuo anno di lavoro in casa. Sei il capo di te stesso e, di conseguenza, non dovrai chiedere permessi di alcun tipo. Sarai tu a decidere quando “timbrare il cartellino”.

Consigli per far fronte alle difficoltà di lavorare da casa

Ok, ora sarai preoccupato che la tua mente e il tuo fisico non possano reggere un’attività fatta da casa. Stai pensando che non sei un lupo solitario e che non vuoi condannarti all’eremo solo per avere totale autonomia lavorativa.

Non ti preoccupare! Ci sono tante persone che, prima di te, hanno fondato vere e proprie carriere professionali lavorando e guadagnando da casa. E non tutte sono degli eremiti antisociali!

Ecco cosa puoi fare:

  • Organizza degli incontri di lavoro, chiamate o videochiamate, con altre persone che, come te, lavorano da casa. 
  • Realizza un piccolo ambiente in casa da adibire ad ufficio – la tua postazione – che ti permetta di separare (anche fisicamente) il lavoro dallo stare in casa. 
  • Evita di mangiare spesso. In pochi ci fanno caso, ma stando a casa siamo più propensi ad allungare la mano verso il frigo o verso il ripiano della dispensa. Se non metti un freno a questo istinto, ti ritroverai a prendere peso in poco tempo. Fai degli spuntini programmati. 
  • Ritaglia il tempo necessario per l’attività fisica. Sia in casa che fuori, magari una passeggiata, una corsa, una partita con gli amici, un giro in bicicletta. Combatti la sedentarietà con tutte le tue forze! Fare sport e tenersi in allenamento, è una formula magica per il buonumore.

Lavorare da casa: se questa è la tua strada non aspettare

Ok, se sei arrivato a leggere fin qui significa che sei davvero interessato a dare una svolta alla tua vita e iniziare a lavorare da casa facendo qualcosa di concreto e reale.

Da queste righe hai capito che il lavoro da casa (o dovunque tu ti trovi) non è uno scherzo. I tempi in cui ci si svegliava la mattina e l’unica alternativa era quella di andare in ufficio, in fabbrica o sul posto di lavoro, sono finiti.

È ora di guardare in faccia la realtà e toccare davvero con mano l’evoluzione del mondo. Oggi esistono attività, progetti, idee e sogni da realizzare con il solo ausilio di un personal computer e una linea internet. E ovviamente tanta buona volontà e spirito d’iniziativa.

Se hai il coraggio di osare, sei in grado di sviluppare il tuo personale piano per il successo e fare un lavoro da casa che ti permette di guadagnare dei soldi. Hai ancora dei dubbi? Siamo a tua disposizione, contattaci!